By Erin Holloway

Dead in Vinland è una nuova sfida alla depressione nordica di The Banner Saga

Morto a Vinland

Riposa in pace, caro Cissé. Ti conoscevo a malapena - sei stato membro del nostro campo solo per tre brevi giorni - e forse è per questo che ti ho offeso. Se ti avessi conosciuto meglio, forse non ti avrei incaricato di raccogliere bacche, giorno dopo giorno, senza preoccuparti del tuo benessere. Forse, se avessi fatto uno sforzo per creare un legame con te, mi sarei assicurato che fossi più riposato. Se solo l'avessi fatto, allora non saresti morto per la stanchezza. Spero che tu possa perdonarmi, ma gestire un gruppo di sopravvissuti in Dead in Vinland è davvero difficile. Ma grazie per la frutta. Vorrei solo che tu non avessi mangiato la tua parte prima di tirare le somme.

Più miseria nordica può essere trovata in The Banner Saga 3 .

Dead in Vinland è il secondo della serie 'Dead in…' di CCCP e si attiene allo stesso modello di gestione della sopravvivenza elaborato dal suo predecessore, Dead in Bermuda. Questa volta, la cornice temporale moderna e l'ambiente tropicale vengono scambiati con il periodo vichingo, con i sopravvissuti all'incidente aereo sostituiti da esuli nordici. Inizia con una famiglia di quattro persone che sono state cacciate dalla loro casa e ora sono naufragate su un'isola ostile. Attraverso un'attenta gestione e combattimenti in stile JPRG, devi aiutarli a stabilire una nuova casa, reclutare nuovi alleati e soddisfare le richieste di un crudele signore della guerra che raccoglie 'tributi' (vedi: ruba) da te ogni settimana.

Mantenere in vita la famiglia significa gestire in modo efficace decine di statistiche, ed è fondamentale tenerle tutte d'occhio: se uno dei quattro personaggi principali muore, il gioco è finito. Quelli rimasti affamati moriranno di fame, quelli feriti in battaglia si ammaleranno e avvizziranno, e i più infelici legheranno il loro stesso cappio. In genere, ogni azione che eseguono avrà un effetto negativo su almeno una delle loro statistiche principali - il lavoro li affaticherà sempre, ad esempio - quindi è importante controbilanciare i compiti di tutti.

Morto nel campo di Vinland

Il ciclo di gioco di Dead in Vinland è suddiviso in giorni, che sono costituiti da tre fasi: mattina, pomeriggio e sera. Durante le prime due fasi puoi assegnare compiti a ciascun personaggio del campo. Tagliare la legna, raccogliere l'acqua ed esplorare l'isola sono lavori di livello base, ma quando hai creato un laboratorio puoi costruire nuove aree che aprono nuove opportunità di lavoro. Nel giro di pochi giorni avrai a disposizione postazioni di raccolta per raccogliere e spremere la frutta, recinti per l'allevamento del bestiame e un'area cucina per preparare i pasti che meglio soddisfano la fame dei tuoi personaggi. Mettere qualcuno a lavorare in queste stazioni produrrà importanti ricompense: cibo, acqua e risorse utilizzate per creare nuove aree del campo. Senza questi i tuoi personaggi moriranno, senza alcun livello di incertezza.

Trovare l'equilibrio tra quanto tempo dedichi a ogni lavoro è più difficile di quanto sembri. Con solo quattro personaggi per cominciare, ciascuno abile solo in un paio di compiti, può essere facile lasciare che un lavoro o due cadano nel dimenticatoio. Mentre il sole tramonta e la famiglia si riunisce intorno al fuoco per mangiare nella fase serale, le carenze della tua giornata si rivelano e le situazioni peggiori iniziano a svolgersi. Forse ti sei dimenticato di raccogliere l'acqua oggi, o di farla bollire per assicurarti che sia potabile, e quindi tutti devono avere sete. Forse eri così concentrato sul taglio della legna e sulla creazione di nuove aree che nessuno è andato a cercare cibo. Oppure potresti aver trascurato la necessità di tagliare la legna e ora il fuoco si è spento. Ognuno di questi errori può portare al disastro assoluto.

Morto nel lavoro di Vinland

Tali disastri possono essere prevenuti, anche se per mantenere il delicato equilibrio c'è di più che semplicemente assegnare i lavori giusti per la giornata. Puoi creare stazioni che non sono legate a un lavoro specifico e che ti aiuteranno a mantenere vivi e in salute i tuoi personaggi attraverso altre attività o inattività. Una comoda area di riposo ridurrà l'affaticamento di una singola persona, quindi è fondamentale ruotarla dentro e fuori da questa. Una taverna riduce la depressione, anche se solo se sono presenti due persone: bere da soli non è la soluzione ai tuoi problemi. Una tenda medica ti aiuterà a combattere la malattia inflitta da tutta la carne cruda che il tuo gruppo dovrà mangiare finché non avrai creato una stazione di cottura.

Lo svantaggio di queste stazioni è che la guarigione richiede tempo. È tempo che i tuoi personaggi passino a raccogliere gli oggetti necessari per mantenere tutti in vita. È quindi necessaria una pianificazione significativa in avanti: non vuoi trovarti in una situazione in cui sei alla disperata ricerca di legna, ma inviare il tuo unico forrest di talento alla stazione di taglio invece che al luogo di riposo li spingerà a livelli fatali di esaurimento.

Come puoi immaginare, cercare di raccogliere tutto ciò di cui hai bisogno con solo quattro persone, mantenendole contemporaneamente felici e in salute, è una vera sfida. Questo non è aiutato dal fatto che il signore della guerra locale raccoglie un tributo prestabilito ogni settimana, quindi avrai sempre bisogno di avere più risorse immagazzinate di cui hai effettivamente bisogno. Puoi alleviare questo problema trovando nuovi alleati sull'isola durante le tue spedizioni, come il defunto Cissé, ma i nuovi sopravvissuti arrivano con le loro sfide. Una mano in più significa una resa maggiore, ma è sia un'altra bocca da sfamare, sia un altro personaggio da inserire nel già difficile equilibrio tra lavoro e riposo.

Morto nel combattimento di Vinland

Una mano in più significa un guerriero in più, tuttavia, che torna utile durante gli incontri casuali che si verificano durante l'esplorazione dell'isola. Il combattimento si svolge in modo simile a un JRPG: due gruppi di tre, uno su ciascun lato dello schermo, entrambi a turno per scatenare attacchi basati sulle abilità. Ci sono alcuni svolazzi sorprendenti - le animazioni di attacco sono audaci e meravigliosamente violente, e c'è un uso intelligente delle tattiche di posizionamento della prima e della seconda fila - ma gli incontri troppo spesso sembrano uguali e non forniscono alcun pericolo paragonabile al dramma esistenziale degli elementi gestionali.

Sebbene l'esplorazione significhi frequenti dosi di combattimento, è il modo principale per scoprire i segreti di Dead in Vinland. Ogni sessione trascorsa esplorando rivela nuove sezioni della mappa e ogni nuova sezione può contenere qualcosa di vitale come il cibo o conflittuale come un nuovo sopravvissuto in cerca di una casa. Ma è quando trovi qualcosa di molto più fuori dall'ordinario che Dead in Vinland prende davvero vita. La vista di una donna blu seduta in cima a un trono, la sua pelle incisa con rune e quattro gatti seduti ai suoi piedi, rivela che c'è più norreno in gioco di quanto il gioco inizialmente lascia intravedere. Dead in Vinland ti permetterà di fare accordi con gli dei, se solo riesci a capire come svegliarli.

Morto a Vinland Freyja

A prima vista, sarebbe facile presumere che Dead in Vinland stia tentando di replicare i successi di The Banner Saga. Sono entrambe avventure nordiche intrecciate con decisioni difficili, storie tristi e narrazioni che si svolgono nello stile di un romanzo visivo. Ma, a differenza di Ash of Gods: Redemption, Dead in Vinland non è un semplice imitatore. Unisce le dure e mitiche qualità norrene dell'amato gioco di Stoic con il duro modello Dead in Bermuda per creare una sfida a lungo termine in cui i problemi sorgono dal tuo stile di gestione, al contrario dei bivi narrativi sulla strada.

Dead in Vinland promette di avere tanti momenti memorabili come The Banner Saga, ma forniti in un modo più emergente. Questo non vuol dire che Dead in Vinland non sembri mai una storia, solo che sembra che tuo storia, piuttosto che quella dello sviluppatore. Detto questo, non vedo l'ora di vedere dove andrà a finire la mia storia. Ora, se vuoi scusarmi, ho una dea da svegliare…

Questa funzione è stata originariamente pubblicata il 28 marzo 2018. Ulteriori informazioni su Dead in Vinland.

Articoli Interessanti